Blog di Leonardo da Vinci viaggi Aragona - Tour Operator Leonardo da Vinci Aragona

Logo Leonardo da Vinci Aragona
Logo Leonardo da Vinci Aragona
di Laura Russo - Via Roma 33, ARAGONA
Logo leonardo da vinci viaggi aragona
Il tuo preventivo attuale è di
Vai ai contenuti
Nozze leonardo da vinci aragona
Europa leonardo da vinci aragona
Crociere leonardo da vinci aragona

Eventi in Bus - Cefalu -

Tour Operator Leonardo da Vinci Aragona
Pubblicato da Admin Leonardo da Vinci Aragona in Eventi in Bus · 22 Luglio 2020
Tags: eventiinbuscefalùsiciliavacanzeleonardodavinciviaggiaragona


Eventi in bus, della Leonardo da vinci viaggi Aragona, ritorna con Cefalù il 2 Agosto 2020, con autobus GT nuovi e sanificati per vivere una giornata all'insegna della spensieratezza e del mare.

È situato sulla costa siciliana settentrionale, a circa 70 km da Palermo, ai piedi di un promontorio roccioso. È uno dei maggiori centri balneari di tutta la regione; nonostante le sue dimensioni, ogni anno attrae un rilevante flusso di turisti locali, nazionali ed esteri che, nel periodo estivo, arrivano a triplicare la popolazione, rendendo affollate le principali piazze e le strade più importanti del paese. È sede episcopale.
La cittadina, che fa parte del Parco delle Madonie, è inclusa nel club de I borghi più belli d'Italia, l'associazione dei piccoli centri italiani che si distinguono per la grande rilevanza artistica, culturale e storica, per l'armonia del tessuto urbano, la vivibilità e i servizi ai cittadini.
Il duomo della città inserito nel sito Palermo arabo-normanna e le cattedrali di Cefalù e Monreale nel 2015 è stato dichiarato Patrimonio dell'umanità dall'Unesco.

Il programma
Partenza da Aragona alle 0re 08.00 in punto
Ore 10.00 circa Arrivo a Cefalù e possibilità di visitare centro o andare in spiaggia  -------> Cosa visitare a Cefalù
ore 14.00 Possibilità di pranzo al ristorante (raggiunto un numero minimo)
Ore 19.00 circa partenza da Cefalù, direzione Aragona
Ore 21/22 circa arrivo ad Aragona




COSA VEDERE A CEFALU'
Cefalù è il posto ideale per praticare quello strano sport che si chiama fotografia. Le sue strette vie con i panni appesi, le case con i balconi a picco sul mare, i bambini che si gettano in acqua dal molo, il vecchio ed unico carretto con le verdure che ricorda i tempi passati, il calore e l’accoglienza delle persone. Tutto è in uno strano equilibrio che il turismo ha sicuramente intaccato ma che, per certi versi, sembra rimasto immutato.

Il lungomare
Per apprezzare Cefalù nel suo complesso bisogna ammirarla da lontano, con la Rocca che sovrasta e protegge il borgo storico. Vi consiglio quindi di partire dal Lungomare Giuseppe Giardina e percorrerlo fino all’inizio di via Vittorio Emanuele, in pratica dove iniziano le case.

Il centro. Via Vittorio Emanuele e il lavatoio medievale.
L’itinerario per vedere Cefalù prosegue lungo via Vittorio Emanuele, qui si cammina immersi nella vita quotidiana del paese. Forse questa via ha preso una sfumatura troppo turistica e il turismo spesso (e purtroppo) snatura i luoghi. La bravura di una cittadina come Cefalù dev’essere proprio quella di non perdere le proprie origini e le proprie caratteristiche, altrimenti diventa un posto qualunque.

Non nascondo che i negozi di souvenir lungo le strade principali siano troppi ma nonostante ciò si annusa ancora quel profumo di tempi che furono. Basta volgere lo sguardo nelle vie che intersecano via Vittorio Emanuele per ritornare di colpo fuori dal flusso turistico. Una miriade di panni stesi che pendono con come sfondo la Rocca di Cefalù, un’immagine che mi sa di quotidiano.
Via Vittorio Emanuele scorre parallela al mare, solo le case la separano dalle onde. Tra queste case, a metà della via, potrete scoprire uno dei posti da vedere a Cefalù.
Sto parlando del Lavatoio Medievale a cui si accede tramite una breve scalinata a “lumachella“.
Nel lavatoio confluiscono le acque del fiume Cefalino; potrete vedere tre step di piccole vasche dove un tempo venivano lavati i panni, a tutti gli effetti era un lavatoio pubblico. Le vasche più vicine al mare erano il primo lavaggio, quelle centrali erano il primo risciacquo, mentre quelle più vicine alla fonte erano il risciacquo definitivo.
Secondo una leggenda le acque del Cefalino erano e sono molto pure perché si dice fossero le lacrime di una ninfa disperata dopo aver ucciso il proprio amato ritenendolo colpevole di tradimento. Questa è la spiegazione mitologica, la spiegazione scientifica è molto meno romanzata: si tratta di acque carsiche che scorrono tra le rocce e convergono dove il Cefalino sembra nascere, ovvero a pochi metri di distanza dal mare.


Per info e prenotazioni




Porta Pescara ed un arancino sul molo
Proseguendo oltre il lavatoio, arrivati a Porta Pescara vi si aprirà uno scorcio sul mare, un punto dove la foto è d’obbligo, il problema sarà trovarlo senza alcuna persona. È semplicemente un’apertura dalla quale si vede il mare. Poco dopo Porta Pescara alla vostra sinistra troverete Piazza Marina con il molo del porto vecchio. Qualche panchina e tanti ragazzi pronti a tuffarsi in delle acque cristalline.
Consiglio: acquistate un arancino e godetevelo guardando Cefalù dal molo con lo sfondo della Rocca. Arancino + Cefalù + Rocca diventa la formula magica per la felicità.
Dal porto vecchio potrete vedere la parte più affascinante di Cefalù: le case con i balconi direttamente sul mare.

Il Bastione di Capo Marchiafava
Seguite via Carlo Ortolani di Bordonaro, dopo poche decine di metri alla vostra sinistra troverete il Bastione di Capo Marchiafava, un baluardo di difesa, il più a nord del sistema di fortificazione della città. Uno dei punti più affascinanti da vedere a Cefalù. Dal bastione, restaurato negli anni Ottanta, potrete godere dell’immensa bellezza del mare.

Il duomo di Cefalù
Lasciando alle vostre spalle il Bastione, imboccate quella che è la via principale di Cefalù ovvero Corso Ruggero. Dopo pochi metri vi ritroverete nella piazza del municipio di fronte al quale potrete vedere il Duomo di Cefalù in posizione leggermente rialzata. La facciata della Cattedrale di Cefalù è rivolta verso ovest ed alle sue spalle si erge la Rocca.
Fu fondata proprio da re Ruggero II d’Altavilla (un piccolo territorio francese/normanno) nel 1131 assieme alla relativa diocesi (in tutta la Sicilia ci sono addirittura 29 diocesi). Nel corso del tempo subì diverse modifiche e la sua realizzazione non segui il progetto originario. La Cattedrale, chiamata la Cattedrale della Trasfigurazione, nel 2015 è stata inserita all’interno dell’itinerario arabo-normanno patrocinato dall’UNESCO e rappresenta davvero un momento di congiunzione, il luogo in cui si manifesta la convivenza tra più culture che, sebbene diverse e sottoposte a regole ferree, convissero a Cefalù.
Nella Cattedrale di Cefalù si mischiano la cultura araba e la cultura normanna, senza dimenticare la cultura bizantina a cui erano deputate le decorazioni interne tramite i mosaici. Basta guardare i due torrioni della facciata principale, molto diversi tra loro.

Salire alla roccia di Cefalù
La Rocca rappresenta la ciliegina su una torta già perfetta. Forse non a tutti farà piacere faticare per raggiungere la cima ma vi assicuro che ne vale davvero la pena.
L’ascesa alla Rocca di Cefalù inizia prendendo la Salita Saraceni oppure potete passare da Piazza Garibaldi prendendo Via Giuseppe Fiore e seguendo la scalinata. Dopo pochi metri vi troverete all’ingresso della salita dove dovrete fare il biglietto alla cassa automatica. Potete pagare in contanti o con carta di credito, attenzione che non dà resto. Il prezzo d’ingresso alla Rocca è pari a 4 euro il biglietto intero e 2 euro il ridotto.


Per info e prenotazioni




Autorizzazione Regione Sicilia n°134/S9 TUR del 12/07/2010 - Agenzia viaggi e turismo cat. A/Illi.
Le tariffe riportate sul sito, ad eccezione di quanto riportato nei  preventivi che sono completi di tutte le voci tariffarie, sono  indicative e si riferiscono alla quota per un adulto di volo e  soggiorno, o solo soggiorno, per una settimana in camera doppia, non comprendono quote ed assicurazioni d'agenzia né eventuali quote  d'iscrizione, tasse ed assicurazioni obbligatorie del Tour Operator organizzatore del pacchetto. Le tariffe non comprendono altresì  supplementi ed eventuali adeguamenti carburante, se previsti.
Copyright © 2018 - 2025 Laura Russo - Via Roma 33 - 92021 - Aragona  tel: +39 0922 37459  
Per emergenze: +39 324 60 60 627 Partita IVA 02273980843
REA della C.C.I.A.A. AG n° 171839 Agenzia viaggi e turismo cat. A/Illi.
Direttore tecnico: Rago Salvatore con Aut. Reg. n° 551/S11 Tur. del 26/10/2009 cat. A/Illi.
Codice IATA n° 3827772-4
Copyright © 2018 - 2025 Laura Russo - Via Roma 33 - 92021 - Aragona  tel: +39 0922 37459  Per emergenze: +39 324 60 60 627
Autorizzazione Regione Sicilia n°134/S9 TUR del 12/07/2010 - Agenzia viaggi e turismo cat. A/Illi.
P.IVA 02273980843 REA della C.C.I.A.A. AG n° 171839 Agenzia viaggi e turismo cat. A/Illi.
Direttore tecnico: Rago Salvatore con Aut. Reg. n° 551/S11 Tur. del 26/10/2009 cat. A/Illi.
Codice IATA n° 3827772-4
Facebook
Copyright © 2018 - 2025 Laura Russo - Via Roma 33 - 92021 - Aragona  tel: +39 0922 37459
Per emergenze: +39 324 60 60 627
  
Autorizzazione Regione Sicilia n°134/S9 TUR del 12/07/2010 - Agenzia viaggi e turismo cat. A/Illi.
P.IVA 02273980843
REA della C.C.I.A.A. AG n° 171839 Agenzia viaggi e turismo cat. A/Illi.
   
Direttore tecnico: Rago Salvatore con Aut. Reg. n° 551/S11 Tur. del 26/10/2009 cat. A/Illi.
Codice IATA n° 3827772-4
Policy dei commenti
Privacy Policy
Legge 38/2006
Chi siamo
Contatti
Dove siamo
Chi siamo
Contatti
Dove siamo
Policy dei commenti
Privacy Policy
Legge 38/2006
Copyright © 2018 - 2025 Laura Russo - Via Roma 33 - 92021 - Aragona  tel: +39 0922 37459
Per emergenze: +39 324 60 60 627 partita iva 02869750840
Copyright © 2018 - 2025 Laura Russo - Via Roma 33 - 92021 - Aragona  tel: +39 0922 37459
Per emergenze: +39 324 60 60 627
Autorizzazione Regione Sicilia n°134/S9 TUR del 12/07/2010 - Agenzia viaggi e turismo cat. A/Illi.
P.IVA 02273980843
REA della C.C.I.A.A. AG n° 171839 Agenzia viaggi e turismo cat. A/Illi.
Direttore tecnico: Rago Salvatore con Aut. Reg. n° 551/S11 Tur. del 26/10/2009 cat. A/Illi.
Codice IATA n° 3827772-4
Torna ai contenuti